Risultato: nel 1992 il numero di senatori a vita lievitò fino al massimo di undici. Cambiava lo scenario ma non il cerimoniale che si volle a imitazione della monarchia perfino nelle sue prerogative più ostentate. Con Silvio senatore a vita, Forza Italia farebbe la fine di Scelta Civica di Monti e i voti azzurri potrebbero finalmente essere spartiti tra sovranisti e calendian-renziani. Oscar Luigi Scalfaro così non esercitò il potere perché il “tetto” dei cinque in carica era già raggiunto e gli altri inquilini del Colle, usando la loro prerogativa, si attennero al limite complessivo. L’albo d’oro del circolo, fondato più di 70 anni fa, è un elenco di 48 nomi : dieci sono entrati come membri di diritto ma la maggior parte (38) lo sono diventati per chiamata del Capo dello Stato. Napolitano è stato eletto due volte, un altro privilegio riservato al primo presidente comunista che non fece mistero delle sue simpatie staliniste nell’invasione sovietica di Budapest nel 1956. Nemmeno in questa sfavorevole congiuntura, in cui avrebbe dovuto dimostrare maggiore sensibilità, il presidente Napolitano ha ritenuto di rinunciare alla più anacronistica e assurda delle sue prerogative “regie”. revocare il titolo di senatore a vita a monti Con la Sentenza n. 70/15 della Corte Costituzionale "decine di migliaia di persone si sono viste riconoscere il diritto a ottenere la rivalutazione delle proprie pensioni illegittimamente bloccate dal Governo tecnico di Mario Monti. È un prestigioso club nato con la Repubblica che ha tra i propri iscritti politici, giuristi, industriali, scienziati, poeti, musicisti e scultori. Veda di ritagliarsi una vita residua, la metà sveglia di quella del senatore Andreotti e sia contento. E’ vero che la Carta, obsoleta e prolissa, glie lo consente; ma i tempi avrebbero dovuto suggerirgli maggiore discrezione; invece, nel bel mezzo della crisi politica e finanziaria, ecco che il presidente nomina quattro senatori a vita, Abbado, Cattaneo, Rubbia e Piano, che vanno a aumentare il costo della spesa. In Italy, a senatore a vita is a member of the Italian Senate appointed by the President of the Italian Republic "for outstanding patriotic merits in the social, scientific, artistic or literary field". I Borboni regnavano su un popolo di straccioni e di parassiti, ma la Corte era tra le più sontuose. Si tratta di un'onorificenza tributata a personalità che si sono distinte per meriti ed eccellenza, come: Ex presidenti della repubblica. Senatore a vita Caro Romano, ho saputo che Monti lascia Scelta civica. In Italia diventano senatori a vita a spese dell’erario. Your email address will not be published. Diventare un senatore a vita. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Credo che la figura del Senatore a vita, anche se anacronistica, sia corretta e utile. Le due norme, intimam… In Nordeuropa le retribuzioni scientifiche sono, non a caso, quattro/cinque volte superiori. Gennaio 19, 2018 NEWS 1 Commento 983 Visite Lo scandalo è che uno scienziato ne guadagni 3.000. Da oggi ne manterremo una in più: Mattarella ne ha nominata una nuova. La repubblica non ha rotto con il passato ma ne rappresenta la perfetta continuità sotto altra forma. Le «tipologie»: di diritto e per nomina «È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica. Io mi aspetterei che, per etica personale e professionale, si dimettesse anche dal Parlamento. Oggi i Senator e i Soci HON Circle hanno a disposizione il Senator Premium Award. In queste ore si sta approntando il bilancio del Parlamento e al Senato, (costi 2009 pari al 2008, cioè 594 milioni di euro) per la … Tra le principali cause del disamore dei cittadini nei confronti della classe politica, i benefici di deputati e senatori sono noti da tempo.Come anche si sa che i nostri rappresentati in Parlamento godano di privilegi: dai viaggi gratuiti in treno e in aereo, all’assistenza sanitaria fino ai corsi di lingua e informatica.Ecco il lungo elenco di agevolazioni per deputato (e relativa famiglia). Infatti all'ex presidente spetta una vera pensione d'oro che gli permetterà di vivere una vita agiata.. Innanzitutto avrà a disposizione un autista personale, per sé e la sua famiglia.Poi avrà un addetto alla persona, una sorta di maggiordomo. Nel Regno d’Italia il laticlavio era un segno di riguardo e d’età, ma non surrogava il voto popolare come avviene nelle dittature, e in Italia. Pensa caro Domenico che finora ne sono stati eletti quarantacinque dal 1949 . Napolitano è stato eletto due volte, un altro privilegio riservato al primo presidente comunista che non fece mistero delle sue simpatie staliniste nell’invasione sovietica di Budapest nel 1956. Le due letture Di senatori a vita si parla di solito in due occasioni. Gli assegni Ue e Bocconi si aggiungono allo stipendio da senatore a vita. Si tratta di un'onorificenza tributata a personalità che si sono distinte per meriti ed eccellenza, come: Ex presidenti della repubblica. È stata poi ridotta a 3.500 euro a decorrere dal 1° gennaio 2011, per effetto della deliberazione adottata dal Consiglio di Presidenza in data 25 novembre 2010. La carica di senatore a vita è una carica assegnata per dei meriti particolari come essere un premio nobel o disegnare belle macchine o cose del genere.. Quindi, giacchè questi senatori godono di un'enormità di privilegi non dovrebbero anche avere diritto al voto. PRIVILEGI PER DEPUTATI E SENATORI: ECCO TUTTI I BENEFIT DEI PARLAMENTARI. Schivo da ogni accaparramento di onorificenze, titoli accademici e decorazioni, desidererei finire la mia esistenza nella stessa semplicità in cui l’ho sempre percorsa». Tags: Democrazia in Italia add a comment. Dal Senato il due volte capo dello Stato era uscito nel maggio 2004 sempre come senatore a vita ma allora di nomina presidenziale firmata Carlo Azeglio Ciampi il 23 settembre 2005. Quanto guadagnano deputati e senatori? Distruggere i privilegi Creato il 28 settembre 2012 da Renzomazzetti. «La crescita deve nascere dalla rimozione privilegi» MILANO - La sua prima visita al Quirinale da senatore a vita. Adesso il disegno di legge costituzionale, approvato giovedì alla Camera in prima lettura, “corregge” l’articolo 59 sul punto e stabilisce che «il numero complessivo dei senatori in carica nominati dal Presidente della Repubblica non può in alcun caso essere superiore a cinque». Varie, ... Un rivoluzione epocale, che comunque scatterà dal 1 gennaio 2010, che elimina diritti di casta a vita, voluta da Schifani che nella riunione del Consiglio di Presidenza di questa mattina ha invitato a … These cookies do not store any personal information. In Italia è stato introdotto con la Costituzione repubblicana, che all'art. 7 Sostenitori . Dal Senato romano alla Monarchia dei Savoia il culto della vecchiezza si accompagna fatalmente al nepotismo e al privilegio camuffato da esperienza. Giorgio Napolitano non rinuncia ai suoi privilegi: pretende 880.000 euro l’anno solo di pensione. I senatori invece ricevono un’indennità mensile lorda di 11.555 euro. Mario Monti per ora solo Senatore a vita : Attività accademica. Tutti scelti da Giorgio Napolitano, ora membro di diritto in quanto Capo dello Stato emerito. Carlo Azeglio Ciampi, assieme a Romano Prodi, ci traghettò a Maastricht con una manovra economica dolorosissima, riceve l’appannaggio di senatore a vita, una pensione della Banca d’Italia e una dell’Inps, nel 2009 ha dichiarato 687.626 euro come redditi da lavoro dipendente. E' polemica dopo le dichiarazioni del senatore Sposetti:"A settembre affosserò i tagli ai vitalizi". La Repubblica ha formalmente abolito i titoli nobiliari ma non i privilegi di casta (resiste l’Eccellenza spagnolesco specie al Sud). Del resto il precetto è stato sempre interpretato così dagli inquilini del Colle. Emerge in tutta evidenza, la pressoché totale assenza dai lavori - sia di Aula che di Commissione - dei senatori a vita, pur mantenendo tutti i privilegi e le prerogative, economiche e non, legate alla carica di senatore. Al netto la cifra è di 5.304,89euro, più una diaria di 3.500 euro cui si aggiungono un rimborso per le spese di mandato pari … Ce n’era bisogno? Si tratta di un politico di altri tempi, che ha visto la formazione della Repubblica Italiana e che tutt'oggi è ancora in Parlamento nelle vesti di Senatore e Vita, una carica che spetta a tutti i Capi di Stato in Italia alla fine del loro mandato (salvo un loro rifiuto). Completa la tua firma , Condividi … Poi c'è Cossiga con 18 anni di Senatore a vita: il suo è l'unico caso in cui l'assegno di fine mandato è stato inserito nel bilancio pubblico del Senato. Il mandato di alcuni senatori non scade al termine della legislatura di riferimento, ma dura per tutta la vita. By Cybergeppetto. 00777910159 Dati societari © Copyright Il Sole 24 Ore Tutti i diritti riservati Per la tua pubblicità sul sito:  Websystem Informativa sui cookie Privacy policy, Senatori a vita, il limite che esiste già, Parlamentari: un taglio drastico che rischia di essere solo uno spot, Camera, via libera al taglio di 345 parlamentari: ad agosto il voto definitivo, Il geniale spot tedesco anti Covid: ora c'è anche il sequel, La norma viene ora modificata dalla proposta di legge sulla riduzione del numero di parlamentari, «È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica. In realtà l’interprrtazione prevalente è stata sempre la prima, quella restrittiva. -Ma sai, personalmente ci trovo qualcosa di stonato in questo. Diventare un senatore a vita. Lo sono, in base all'art 59, tutti i Presidenti della Repubblica una volta che terminano il loro mandato. Per inciso, nel fondo di solidarietà per i senatori dell’anno 2010 è indicato il “pagamento agli eredi di persona deceduta” della cifra di 901.818,23 euro. Il principio del decoro e della magnanimità del gesto ha un’altra volta prevalso sul senso della misura e della sobrietà. In Nordeuropa le retribuzioni scientifiche sono, non a caso, quattro/cinque volte superiori. Il successore di Pertini, Francesco Cossiga, seguì la stessa strada e nominò altre cinque personalità, tutte politiche: Giovanni Spadolini, Gianni Agnelli, Giulio Andreotti, Francesco De Martin o e Paolo Emilio Taviani. Lo scandalo non è che un senatore a vita - se è serio e s’impegna, come farà Elena Cattaneo - prenda 12.000 euro al mese. Questo perché, ha spiegato la commissione Affari costituzionali del Senato, la vecchia formulazione lasciava «inalterata la possibilità di un’interpretazione, pur seguita in un passato non recente, che non sarebbe compatibile con un Senato di 200 componenti». E’ rivolta sul Web. Per i senatori a vita, non vi sono solo lauti riconoscimenti economici per loro e tutto il parentado vita natural durante, ma anche una bella serie di riempitivi e agevolazioni varie quali penso ad esempio: ufficio, telefono, assicurazioni, auto, scorte, sconti vari, treni gratis, ecc.ecc. La Costituzione la prevede, quindi ogni commento contro è solo quaquaraquà da bar, come la maggiore parte dei commenti politici e di diritto che si leggono, pieni di demagogia e di populismo. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Emerge in tutta evidenza, la pressoché totale assenza dai lavori - sia di Aula che di Commissione - dei senatori a vita, pur mantenendo tutti i privilegi e le prerogative, economiche e non, legate alla carica di senatore. L’articolo 59 infatti dispone che “È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica”, dunque lo sarà anche Napolitano, a meno che […] Ultime News Covid a Torre del Greco, il bollettino del 1 dicembre: i guariti quasi triplicano i nuovi casi Lindipendenzanuova.com 2016 - P.IVA 08699850965 - All Rights ReservedDirettore Responsabile. In Italia tutto è privilegio: ovvero il contrario della democrazia. Il laticlavio andava agli uomini più rappresentativi del regno e non aveva carattere “politico”. Al netto sono 5.346,54 euro mensili più una diaria di 3.503,11 e un rimborso per spese di mandato pari a 3.690 euro. 21 Gennaio 2018 -Ciao Umberto ti vedo tranquillo e rilassato, come mai? Lo scorso giugno nessuno di loro votò la fiducia al governo formato da Lega e Movimento 5 Stelle : Monti, Segre e Cattaneo si astennero; Napolitano e Rubbia erano in congedo; Piano assente. Attualmente i deputati hanno diritto a un’indennità lorda di 11.703 euro. In virtù di questo articolo della Carta hanno avuto un seggio vitalizio a Palazzo Madama, oltre agli 11 ex capi dello Stato, personaggi come Eugenio Montale (1967) e Norberto Bobbio (1984) e in passato don Luigi Sturzo (1952) e Trilussa (1950). This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Ex senatori: privilegi in calo! But opting out of some of these cookies may have an effect on your browsing experience. Infatti all'ex presidente spetta una vera pensione d'oro che gli permetterà di vivere una vita agiata.. Innanzitutto avrà a disposizione un autista personale, per sé e la sua famiglia.Poi avrà un addetto alla persona, una sorta di maggiordomo. Chiudi. 22 ottobre 2017 Referendum. Aspettiamo l'autonomia da, Con un semplice click dona il tuo contributo di : €. Nella storia poco commendevole della Repubblica si conosce un solo caso di clamoroso rifiuto: fu quello di Indro Montanelli che nella sua vita aveva rifiutato onorificenze e cavalierati e da ultimo il laticlavio per restare “solo un giornalista”. In tutti gli ordinamenti ispirati alla concezione democratica dello Stato è garantito ai parlamentari, rappresentanti del popolo sovrano, un trattamento economico adeguato ad assicurarne l'indipendenza. E' polemica dopo le dichiarazioni del senatore Sposetti:"A settembre affosserò i tagli ai vitalizi". Attuali senatori a vita. ... Periodicamente aggiornata in funzione dell’aumento del costo della vita, la diaria è stata erogata dal 2001 al 2010 nella misura di 4.003 euro al mese. Lui è stato assente in quell'istante (e non capisco la fissità, questa sì patologicamente tragica, dell'operatore televisivo e del regista) ma altri ben più giovani sono … Non si premia il merito ma la convenienza politica. Vana domanda. Dal 1° gennaio 2022 sono previste le seguenti modifiche ai privilegi: Al momento della nomina o della riconferma i Senator riceveranno in futuro due eVoucher di upgrade in una classe di viaggio superiore; per i Soci HON Circle gli eVoucher saranno quattro. Vediamo nel dettaglio le voci di spesa: un senatore a vita prende un fisso, l'indennità parlamentare, di 5.219 euro al mese, più una diaria fissa di 129 euro e una diaria variabile di 3.370. Senatore a vita Caro Romano, ho saputo che Monti lascia Scelta civica. Ecco lo studio e i voti, Bernardelli mattatore in tv: diritto costituzionale sono sia la salute che il lavoro. 21 Gennaio 2018 -Ciao Umberto ti vedo tranquillo e rilassato, come mai? Con la nomina a senatore a vita di Mario Monti, Napolitano si accredita come il più largo di manica, e il meno accorto, dei capi di Stato che l’hanno preceduto. In Italia diventano senatori a vita a spese dell’erario. 28-02-2007, 14:38. Le «tipologie»: di diritto e per nomina «È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica. Almeno fino al settennato di Sandro Pertini. Credo che la figura del Senatore a vita, anche se anacronistica, sia corretta e utile. Il Presidente della Repubblica ha nominato Maurizio Cattelan senatore a vita, con la seguente motivazione: Artista di rara sensibilità, riusciva a sintetizzare in maniera mirabile con la scultura posta in Piazza Affari a Milano, davanti alla principale Borsa nazionale, il rapporto che lega le istituzioni al debito e i cittadini al risparmio. L’articolo era su Il Fato Quotidiano, che come potete immaginare è l’ennesimo blog che da tempo diffonde bufale e disinformazione. L’articolo era su Il Fato Quotidiano, che come potete immaginare è l’ennesimo blog che da tempo diffonde bufale e disinformazione. In seguito anche Nilde Iotti e Indro Montanelli rifiutarono la nomina ma lo fecero preventivamente, quando seppero che sarebbero stati scelti da Cossiga. Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario». Ad essi si aggiungono 1.200 euro annui di rimborsi telefonici e da 3.323,70 fino a 3.995,10 euro ogni tre mesi per i trasporti. ... Senatore a vita. Pensa caro Domenico che finora ne sono stati eletti quarantacinque dal 1949 . -Sono soddisfatto, perché sono stati riconosciuti i meriti di una persona, gratificandola con la carica di senatore a vita. ... Periodicamente aggiornata in funzione dell’aumento del costo della vita, la diaria è stata erogata dal 2001 al 2010 nella misura di 4.003 euro al mese. E’ rivolta sul Web. Convegno "Luigi Sturzo senatore a vita della Repubblica", registrato a Roma martedì 26 novembre 2019 alle ore 15:30. Intanto paghiamo noi per tutti i privilegi. La seconda: quando si discute del loro numero, perché è rimasta irrisolta l’interpretazione da dare a quel “cinque”. -Sono soddisfatto, perché sono stati riconosciuti i meriti di una persona, gratificandola con la carica di senatore a vita. Il picco del 1992 Per il popolare presidente socialista l’articolo 59 della Carta permetteva a ciascun capo dello Stato di nominare fino a cinque senatori a vita. -Perché?… Vista la premessa. Lavorare in Italia, per … Senatore a vita? GUARDA IL VIDEO - LA SENATRICE A VITA SEGRE: INDIFFERENZA EUROPA DI ALLORA, LA STESSA DI OGGI. Come lei non piace alle Regioni del Nord che non le hanno replicato, Virologi, troppa confusione. Un privilegio di specie monarchica di cui i primi presidenti della Repubblica, più legati a una tradizione di sobrietà e discrezione, fecero un uso più moderato, finchè gli ultimi capi di Stato, specie Cossiga, Ciampi e quindi Napolitano, il più ciarliero e interventista, ripresero la felice consuetudine. Figli: Giovanni Napolitano e … Non si discute il diritto dei senatori a vita a votare, si contesta il meccanismo di legge che consente il voto a senatori nominati dall’alto e non eletti dal popolo. Il Quirinale ha mantenuto lo sfarzo monarchico e le spese sono cresciute in conformità. Chi ci attacca non vive nella realtà. Giorgio Napolitano ha lasciato la presidenza della Repubblica e si prepara a tornare a casa con un bel po' di privilegi. L'Epoca monarchica è finita ma i nostri senatori sono sempre lì... seduti comodamente!!! Periodicamente aggiornata in funzione dell'aumento del costo della vita, la diaria è stata erogata dal 2001 al 2010 nella misura di 4.003 euro al mese. L'evento è stato organizzato da Istituto Luigi Sturzo. Attualmente i deputati hanno diritto a un’indennità lorda di 11.703 euro. L'ordinamento costituzionale italiano prevede l'esistenza dei cosiddetti senatori a vita. La correzione Chiusa la parentesi Pertini-Cossig a, si è tornati all’interpretazione originaria restrittiva che resiste da quasi trent’anni: è la Presidenza della Repubblica, in quanto organo, e non il singolo presidente, a poter fare le cinque nomine. Egregio Paragone, mi viene da pensare che i progetti faraonici che necessitano di 1.6-2.0 miliardi di euro nei prossimi 8 anni siano pensati, molto probabilmente, per alimentare altri privilegi che nulla hanno a che fare con la sostenibilità economica. Abolizione dei vitalizi,dei senatori a vita e dei privilegi della casta 7 persone hanno firmato. La prima: quando il loro voto diventa decisivo per la sopravvivenza di una maggioranza, come accadeva ai tempi del secondo governo di Romano Prodi, con conseguente violenta polemica da parte del centrodestra (Francesco Storace arrivò a dire che avrebbe consegnato a casa un paio di stampelle a Rita Levi Montalcini). Si tratta di un numero chiuso (vale a dire nel complesso non possono sedere in Parlamento più di cinque senatori di nomina presidenziale) o, invece, ciascun presidente della Repubblica può nominarne cinque? Visti i 13.000 euro di compenso da sommarsi ad altri 5.000 al mese e privilegi vari,in cambio di fugaci apparizioni ed inconsistenti(se non nulli)interventi,imporrei per i senatori a vita un'età minima :Non possono essere nominati senatori a vita ,coloro che non abbiano compiuto anni novanta(90) e che non siano accompagnati da entrambi i genitori. Al netto sono 5.346,54euro mensili più una diaria di 3.503,11 e un rimborso per spese di mandato pari a 3.690 euro. Se i privilegi degli ex senatori vi sembrano pochi … Non ci sono solo i privilegi della “casta” politico-istituzionale in attività ma anche quelli degli “ex”. Senatore a vita? Giorgio Napolitano ha lasciato la presidenza della Repubblica e si prepara a tornare a casa con un bel po' di privilegi. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. Dal Senato il due volte capo dello Stato era uscito nel maggio 2004 sempre come senatore a vita ma allora di nomina presidenziale firmata Carlo Azeglio Ciampi il 23 settembre 2005. Si diploma all'Istituto Leone XIII di Milano. Finalmente, con il disegno di legge costituzionale appena presentato si riesce (forse...) ad abrogare l'art. :p. Ferdy78. Arriviamo a 100 . Più incoerente Pelù. Ad essi si aggiungono 1.200 euro annui di rimborsi telefonici e da 3.323,70 fino a 3.995,10 euro ogni tre mesi per i trasporti. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Quello di Toscanini del 1949 resta invece l’unico rifiuto a nomina già avvenuta. Da oggi ne manterremo una in più: Mattarella ne ha nominata una nuova. In Italia il presidente della Repubblica resta in carica sette anni, in Francia cinque, negli Stati Uniti quattro e quando decadono dalla carica tornano agli antichi mestieri. Poi c’è Cossiga con 18 anni di Senatore a vita: il suo è l’unico caso in cui l’assegno di fine mandato è stato inserito nel bilancio pubblico del Senato. L’ultima a ottenere l’onorificienza (per meriti in campo sociale), conferita da Sergio Mattarella, è stata Liliana Segre, reduce dell’Olocausto che ha riportato a cinque (dopo la morte di Claudio Abbado) i senatori a vita in carica di nomina presidenziale: oltre a lei, Elena Cattaneo, l’ex premier Mario Monti, Renzo Piano e Carlo Rubbia. Non cambia l'atteggiamento dei senatori a vita a Palazzo Madama. Vediamo nel dettaglio le voci di spesa: un senatore a vita prende un fisso, l'indennità parlamentare, di 5.219 euro al mese, più una diaria fissa di 129 euro e una diaria variabile di 3.370. Un altro dettaglio interessante è la 'durata' della carica di senatore a vita. Ministro Azzolina, non le piace l’autonomia scolastica? La Repubblica non ha abolito questo privilegio poco democratico, anzi lo ha caricato di un significato politico improprio. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Giorgio Napolitano non rinuncia ai suoi privilegi: pretende 880.000 euro l’anno solo di pensione. Gennaio 19, 2018 NEWS 1 Commento 983 Visite You also have the option to opt-out of these cookies. Nella Repubblica democratica non deve esistere alcun monarca. Lo scandalo è che uno scienziato ne guadagni 3.000. Leggo oggi l’intervista a Francesco Cossiga, senatore a vita, ex Presidente della Repubblica, Ministro degli Interni negli anni dell’ “omicio di Stato” Moro. La nomina a senatore del regno da parte del regnante era a vita e garantiva privilegi leggermente superiori a quelli garantiti dall'elezione a deputato. Poiché il numero di senatori non era limitato, col tempo le nomine regie vennero spesso suggerite dai presidenti del Consiglio, principalmente tramite «infornate» (cioè nomine di vari nuovi senatori) al fine di ottenere votazioni favorevoli per le proprie leggi.